Taranto – I Verdi con Emiliano presentano i candidati alla Regione

8 / 100

TARANTO: BALDO E CARBOTTI PORTEREMO VOCE POPOLO INQUINATO NELLA REGIONE PUGLIA

Europa Verde ha presentato oggi a Taranto alla presenza del coordinatore nazionale dei Verdi Angelo Bonelli e della portavoce regionale Fulvia Gravame, i suoi candidati nella lista Puglia solidale e Verde a sostegno di Emiliano presidente.


I candidati sono Nino Carbotti storico ambientalista tarantino e confondatore del movimento Altamarea che ha dato vita alla protesta contro Ilva e favorito l’avvio dell’ inchiesta della procura, l’altra candidata e’ Eliana Baldo avvocato e già capolista per Europa Verde alle ultime elezioni europee.

Siamo consapevoli di alcune contraddizioni rappresentate dal sostegno alla coalizione che supporta Michele Emiliano, ma il futuro della Puglia rischia di essere compromesso dalla vittoria della peggiore destra e riteniamo necessario mandare in consiglio regionale dei rappresentati autorevoli e coerenti dell’ecologismo tarantino come Baldo e Carbotti che su Ilva hanno una posizione chiara : conversione area industriale come nella Ruhr e Bilbao e chiusura fonti inquinanti .

Il trasformismo politico ha distrutto Taranto con personaggi che hanno cambiato posizione politica a seconda della loro convenienza .

Sono passati 8 anni dal sequestro Ilva , era il 26 luglio 2012, e nulla e’ stato fatto se non condannare una città all’inquinamento compromettendo anche l’occupazione grazie alla scandalosa operazione voluta con Arcelor Mittal-dichiarano Baldo e Carbotti . La nostra azione sarà quella di portare la voce del popolo inquinato tarantino nel consiglio regionale della Puglia insieme al diritto ad avere una sanità efficace, efficiente e funzionale .

About bonelli

bonelli
Angelo Bonelli . Coordinatore nazionale dei verdi

Check Also

gioia del colle combustione

Rosa d’Amato eurodeputata 5 Stelle interviene sul Centro Combustione di Gioia del Colle (Ba)

5 / 100 Powered by Rank Math SEO Presenta esposto su CCA di Gioia del Colle: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *