Taranto – Ex Ilva e l’accordo stravagante con Mittal

5 / 100

Meno male che almeno lei, Rosa D’Amato non ha peli sulla lingua, pur essendo europarlamentare dei 5 Stelle.

L’accordo fatto da Patuanelli con Mittal è stracolmo di stravaganze. Qualche numero per continuare, a interrogarsi sul futuro dell’ex Ilva. Entrerebbe nel capitale della società Am Investco (società costituita ad hoc da Ancelor Mittal per acquistare Ilva), Invitalia acquistando il 50 %. Quota che manterrebbe, per due anni per poi diventare l’azionista di riferimento. Quanto vale l’azienda? Le perdite conseguite dalla gestione franco indiana saranno pagate anche da Invitalia del dottor Arcuri?  I crediti vantati da Intesa, Bpm e Cdp chi li pagherà? Davvero s’installeranno due forni elettrici alimentati da preridotto (sostituzione del carbone fossile con gas naturale dal quale si generano idrogeno e ossido di carbonio)? Inoltre sarà rimesso, in produzione l’altoforno più grande d’Europa l’AFO 5 escluso in passato da ogni ipotesi di intervento? AM InvestCo intende superare gli 8 milioni di tonnellate di produzione, dal 2024. Fino al 2023 la produzione sarebbe di 6 milioni di tonnellate (tante ne consente l’Autorizzazione Integrata Ambientale – AIA). Oggi ne produce tre milioni con perdite di 2 milioni di euro al giorno.  Tre gli altoforni, in attività fino al 2023 (AFO 1, 2 e 4 ) . Dal piano industriale si rileva, che ben 1,25 miliardi sarebbero spesi per il revamping ad AFO 5 (.e la centrale elettrica?) e 1,15 per parte ambientale.

Investimenti per 300 milioni parchi minerali (compresa la copertura di parchi primari), 190 milioni per le cokerie, 172 milioni bonifica, 167 milioni per il trattamento acque reflue, 128 milioni per copertura dei nastri trasportatori e degli edifici, 40 milioni sistema antincendio, 35 milioni rivestimento precipitatori elettrostatici per la depolverazione primaria presso l’impianto di agglomerazione, 30 milioni desolforazione acciaierie. Tanto impegno, per rappresentare Ilva come una buona pratica del Green New Deal dell’UE e attingere alle ingenti risorse economiche, che l’UE ha messo a disposizione nel Fondo per la decarbonizzazione ? I due forni elettrici consentiranno come si annuncia, mantenete occupati i 10.700 + 1880 dipendenti? Produzione di 8 milioni di tonnellate con un surplus mondiale di acciaio? Nessuna valutazione sanitaria!!!  Da nessuno richiesta. Si. Ci vuole tanto coraggio e competenza che non hanno né i sindacati e,  ancor meno Governo e Parlamento.  L’Arbed lussemburghese ha chiuso un’acciaieria da 6 milioni di  tonnellate e   trasferito  tutto in un impianto nuovo vicino al mare. Lo Stato si è assunto l’onere di sostenere 23.000 lavoratori che perdevano il lavoro.

Opportuno leggere quanto scritto da Ancelor Mittal nel  primo bilancio diffuso dalla filiale italiana ( pagina 26 nota integrativa ) :  la domanda di acciaio nella Ue è debole in tutti i principali settori, in particolare il settore automobilistico registra un calo del 10 per cento. Nonostante ciò, le importazioni di acciaio in Europa continuano a crescere soprattutto a causa della sovracapacità produttiva globale e delle misure protezionistiche degli Stati Uniti che hanno dirottato i flussi commerciali verso l’Europa. In particolare, le importazioni dei laminati a caldo nell’Ue sono aumentate del 37 per cento dal 2017 e del 16 per cento rispetto all’anno scorso e sono ancora in crescita. In Italia, le importazioni dalla Turchia di tale prodotto sono aumentate del 49 per cento dal 2018 “.

Dopo 12 mesi la situazione è ancora più precaria, ma questo resta il paese di Pulcinella con tante maschere che siedono nei posti dove si decide. Sul piano dell’indebitamento netto  Ancelor un anno fa presentava un rosso di 8,43  miliardi di euro lontano dai 5,78 mld indicato nel piano Action 2020.

About Erasmo Venosi

Erasmo Venosi
Erasmo Venosi già professore associato università La Sapienza, è stato componente Commissione Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del ministero ambiente per concessione autorizzazione integrata Ambientale grandi impianti industriali Italiani

Check Also

Roma-Sala-Primaticcio-La-Voce-dei-Poeti-2019

8 anni di intensa attività per Verbumlandiart Aps – Premio “Città del Galateo”

61 / 100 Powered by Rank Math SEO L’Associazione culturale salentina si accinge a promuovere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *