Strisce blu: verbale nullo se il Comune non motiva l’assenza di spazi di sosta liberi.

50 / 100

Cassazione: mancanza di stalli bianchi e il restringimento della sede stradale sono «Fatti da riscontrare debitamente». L’ente deve dimostrare che una delibera esclude spazi di sosta gratis per motivi di traffico nell’area

Le odiose strisce blu che hanno invaso i nostri centri urbani, non sempre legittimamente, e quindi anche le migliaia di verbali conseguenti al mancato pagamento della sosta forse potranno essere limitati dopo l’ordinanza 15678/20, pubblicata il 23 luglio dalla sesta sezione civile della Cassazione che per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, costituirà un significativo precedente in materia.

Per la Suprema Corte va annullata la multa nelle zone a sosta tariffata se il Comune non prova di aver garantito nell’area anche spazi adeguati per il parcheggio libero. Ciò vale anche se non dimostra che una delibera di Giunta esclude l’obbligo ad hoc a causa delle condizioni di traffico nella zona. Nella fattispecie è stato accolto il ricorso dell’automobilista multato per quasi 114 euro ex articolo 157, comma sesto, Cds per la mancata esposizione del ticket di parcheggio in piazza del quartiere romano di Prati dopo le negative sentenze del Giudice di Pace di Roma e del Tribunale della Capitale.

About Comunicato Stampa

Comunicato Stampa

Check Also

ilva taranto

Paolo Castronovi «La memoria corta dell’On. Vianello»

61 / 100 Powered by Rank Math SEO “Tacere” sarebbe il verbo da suggerire all’onorevole …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *