Roma a Calenda o alle calende…

68 / 100

La locuzione italiana alle calende greche, derivante da quella latina ad Kalendas Graecas, ha il significato metaforico di “mai”.

 “Mi candido a sindaco di Roma”. Lo annuncia Carlo Calenda a “Che tempo che fa” su Rai 3. “Auspico con un consenso ampio – aggiunge – cercherò in tutti i modi possibili di mettere insieme una squadra molto larga”.

“Penso che chi ha la possibilità di riportare Roma tra le grandi Capitale europee abbia il dovere di farlo. Sarà una grande avventura”, spiega Calenda. Riguardo alle primarie Calenda sottolinea che “non sono sempre state la panacea. Farle oggi è molto complicato, farle tra qualche mese vuol dire perder tempo a parlare tra di noi per molti mesi invece che ai romani. E poi alle primarie sono stati sconfitti Sassoli e Gentiloni, vinse Marino che poi il Pd rimosse”. 

Il mai, significato metaforico di calende greche, indurrebbe a pensare a quale consenso ottenga chi abbandona un partito e poi torna per infiocchettare la capitale col suo stemma. Calenda è figlio della bella scrittrice e sceneggiatrice Cristina Comencini, ha 47 anni ma ne dimostra molti di più.

Per capire cosa possa rappresentare il suo carisma, per diventare sindaco di Roma, si dovrebbe comprendere il suo strappo con il Pd. “Mai con i cinque stelle” si diceva, che fa il paio con l’anatema di Casaleggio – che pare licenziare Di Maio -, perché si diceva: “Mai con il Pd”. Però Casaleggio non diceva nulla quando c’era l’alleanza con Salvini, perché anche il quel caso s’era detto “mai con la Lega”. E il PD sa che proprio il contratto di Governo con Salvini ha portato la Lega tra le stelle dei sondaggi.

Diceva Mao: “grande confusione sotto il cielo, ma la situazione è eccellente”. Di eccellente non c’è nulla.

Non sappiamo quanto, questa uscita solitaria di Calenda, sia gradita al PD. Ma quest’ultimo deve spiegare a noi come fa a stare al governo con il M5s, che esprime il premier e poi attaccare la giunta Raggi. Ricordiamo a noi tutti che anche Marino, che era pure espressione del Partito Democratico, fu impallinato per la storia degli scontrini, una nullità dissoltasi anche in tribunale. Eppure il medico Marino la sua ricetta anti corruzione l’aveva introdotta. Quella che portò alla scoperta, con Virgina Raggi, di Mafia Capitale (poi declassata a delinquenza comune) dove c’era anche un pezzo del PD.

La candidatura di Calenda esprime un giudizio duro contro la Raggi e il Movimento 5 stelle. Al di là di tutto verrebbe da dire che appare pretestuoso immaginare di diventare il demiurgo di Roma Capitale quando la realtà mostra la grande difficoltà nell’amministrare una città che appare una regione.

La Raggi è stata un baluardo contro la malavita, soprattutto di Ostia, non a caso l’avvocatessa gira con una scorta rinforzata. Solo questo dovrebbe garantire un giudizio meno severo, ma si sa in politica vale altro, magari pure ammettere che i problemi di Roma sono antichi, ma intanto ci sono io, punto e basta. Va boh!

About Roberto De Giorgi

Roberto De Giorgi

Check Also

dentrifrici e covid

Ricerca – Scienziati scoprono che dentifricio neutralizza il Covid

13 / 100 Powered by Rank Math SEO Scienziati scoprono che dentifricio e collutorio neutralizzano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *