Pesce si lancia fuori dall’acqua e uccide un pescatore

50 / 100

Il 56enne si trovava in barca con familiari e amici. Inutili i soccorsi

Un pescatore di 56 anni è morto in ieri, nelle acque al largo di Darwin, in Australia, dopo essere stato colpito al petto da un pesce di 18 kg mentre stava pescando.

L’uomo, riferisce il portale ABC News, si trovava a bordo dell’imbarcazione con alcuni familiari e amici quando il pesce, si è lanciato fuori dall’acqua colpendolo. L’equipaggio della barca ha subito raggiunto la baia di Cullen in cerca di soccorso.

I paramedici presenti hanno tentato di rianimare lo sventurato con il massaggio cardiaco, ma senza riuscirci. La polizia locale ha confermato l’accaduto, parlando di un incidente «assurdo» senza addentrarsi in ulteriori dettagli per rispetto dei familiari e degli amici, tutti «estremamente scossi» dal dramma avvenuto sotto i loro occhi.

Non è la prima volta che accadono incidenti del genere, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti.” Nel 2018, il collo di una donna è stato squarciato quando uno sgombro si è lanciato dall’acqua a 45 chilometri da Darwin. Secondo quanto riferito, lo sgombro di 10 chilogrammi e lungo un metro è saltato più di un metro e mezzo nell’aria prima di ferire gravemente al collo la donna su una barca da pesca. La donna è sopravvissuta ma è rimasta reduce con una profonda cicatrice al collo.

About Comunicato Stampa

Comunicato Stampa

Check Also

"ARIA DI CODOGNO", l'opera di Claudio Raccagni legata al Covid-19

“ARIA DI CODOGNO”, l’opera di Claudio Raccagni legata al Covid-19

Nata inconsciamente, poco prima che si proclamasse la pandemia del Covid-19, l’opera artistica “ARIA DI …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *