Orso bruno attacca una donna nella regione di Kursk. L’animale è stato abbattuto – VIDEO

9 / 100

Il 26 ottobre 2020, un’inserviente di uno zoo privato è stata attaccata da un orso himalayano in un rifugio per animali selvatici situato nel villaggio di Novye Dvory, nel distretto di Fatezhsky della regione di Kursk. La donna è stata portata in ospedale con una grave ferita. L’orso è morto per una ferita subita durante l’incidente. Attualmente, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” una delle specie animali diffuso in gran parte dell’Asia, fragile e a rischio estinzione, è rappresentata dall’orso bruno himalayano.

Fino a qualche decennio fa il loro numero era consistente ma oggi si è drasticamente ridotto. Secondo il WWF, la popolazione di orsi bruni che popola attualmente alcune regioni himalayane rappresenta solo il 2% della popolazione originariamente presente.

Le principali minacce alla sopravvivenza di questo mammifero endemico includono il degrado e la frammentazione degli habitat, il conflitto tra orsi e esseri umani, il bracconaggio e il commercio illegale. La loro caccia è dovuta ad una mancanza di consapevolezza della loro importanza ecologica da parte dei cacciatori, che continuano ad ucciderli per utilizzarne organi a scopo medico e a vendere i cuccioli ad organizzatori di combattimenti illegali o ai circhi. Ecco il video: 

About Comunicato Stampa

Comunicato Stampa

Check Also

Antonio Uricchio, Presidente Anvur

Bari – Oggi webinar su intelligenza artificiale, micro mobilità e 5G

60 / 100 Powered by Rank Math SEO INIZIATIVA ORGANIZZATA DA GP4AI, PROMOSSA CON ORDINE …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *