Impedire che l’Italia vada a Rotoli, parla l’ex poliziotto capo scorta di Falcone

6 / 100

Di Giovanni Candido

Quando si supera il limite dell’incompetenza. Procedura civile e penale contro enti governativi Mandate una adesione via Messenger di facebook

Questo Governo si è reso responsabile di non avere controllato e vigilato sull’operato dei suoi Enti Nazionali e precisamente INPS, Ufficio delle Entrate e Riscossioni e ANAS, consigliando a questo punto di effettuare verifiche sulla gestione di altri enti Nazionali.

Il Governo, ha consentito a questi ultimi di cui si sollecitano indagini a tutto campo, di “bruciare” il patrimonio non solo immobiliare loro affidato, mandandolo in rovina, ma per ANAS, si sottolinea l’inadeguatezza e la mancata vigilanza, per la manutenzione delle strade e dei ponti ad essa affidate, visto anche la caduta di questi ultimi, malgrado i sindaci ne avessero sollecitato l’intervento e la conseguente morte di persone.

Il Governo, pur “Super pagando” questi amministratori pubblici, “SUPERMANAGER” di loro nomina, nel rappresentare il popolo italiano hanno mancato nella dovuta vigilanza, consentendo loro una gestione “allegra”, sperperando il danaro pubblico e mancando di mantenere in perfetta efficienza ed a norma il patrimonio pubblico loro affidato.

Questi Super Manager hanno approfittato di una legislazione spesso fatta senza le dovute riflessioni ed i necessari accorgimenti per impedire con maggiore incisività, quanto è accaduto e sta continuando ad accadere.

Ricordiamo e sottolineandolo, che si tratta del patrimonio economico ed immobiliare di questi Enti Nazionali che, è patrimonio di proprietà dello stato e quindi del popolo italiano.

I miliardi dei pensionati e dei lavoratori, accantonati con fatica, finiscono così, in mano a questi amministratori incompetenti, nominati dal governo, e sprecati, anche attraverso incarichi e nomine fatte ad hoc da questi Enti Nazionali, per amministrare in delega questo immenso patrimonio, (vedi F. Romeo, Gestioni Patrimoniali S.p.A.).

A questo si aggiunge, malgrado le enormi difficoltà, che i commercianti, gli imprenditori, le partite IVA e quanti contribuiscono col loro lavoro e le loro tasse a fornire risorse importanti allo stato, devono ed alcuni continuano a pagare le tasse ed in extremis anche a suicidarsi, rimanendo, per loro, l’obbligo di pagare anche ed in presenza di una pandemia, malgrado il momento storico di COVID-19, che impedisce di fare profitto adeguato a sostenere le proprie famiglie.

About Redazione QuattroNotizie

Redazione QuattroNotizie

Check Also

lavoro

Lavoro e mobbing, la Cassazione integra nel reato anche le accuse false

49 / 100 Powered by Rank Math SEO La Cassazione torna sul mobbing: anche rivolgere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *