I soldi prendiamoli dai poveri, sono pochi…ma sono molti

62 / 100

Beffardo e fine fu Ettore Petrolini, insuperabile compositore e interprete della sferzante anima romanesca, allorché coniò questo adagio in una delle sue entusiasmanti comiche. E “Poveri tutti” (fuori loro ndr), guarda caso, è proprio il motto degli artefici della truce e predatoria finanza globalista!

È sui poveri, infatti, che traggono i loro profitti i banchieri di Wall Street e i capi dei maggiori conglomerati multinazionali e delle altre organizzazioni “pseudo-segrete”, che costituiscono la piramide economica mondiale, al cui vertice si trova la possente Triade (la Commissione Trilaterale, il Gruppo Bilderberg e il Consiglio per le Relazioni Internazionali), che brandeggia imperiosa le regole del gioco del Nuovo Ordine Mondiale.

E che il Covid si stia rivelando, di conseguenza, come il cacio sui maccheroni nel turbinare la realizzazione dei progetti globalistici e totalitari, non è poi così difficile da percepire. Ciò stante, è proprio della povertà in generale e di quella causata dall’attuale epidemia, sia essa naturale o manipolata (e qui ci sarebbe molto da discutere), che ci occuperemo in questa nostra breve disamina.

La povertà è uno dei più seri problemi del mondo. Anzi, sotto certi aspetti, potrebbe essere vista come la causa principale degli altri problemi. E per di più è poliedrica. In altre parole, essa assume aspetti varî e molteplici, talvolta anche in contrasto fra loro e si articola in diverse tipologie a seconda dell’ambiente e delle circostanze in cui si radica. Secondo l’ISTAT, c’è poco da stare allegri! In Italia ci sono 9 milioni di individui in povertà relativa (cioè che guadagnano meno di una soglia stabilita sulla base della media dei guadagni degli italiani) e 5 milioni in povertà assoluta (persone che non possono permettersi i beni indispensabili alla mera sussistenza).

La propagazione della povertà assoluta è considerata una delle principali fragilità sociali ed essa si è maggiormente accentuata dopo la grande crisi del 2008. Da allora i nostri connazionali in condizione di povertà assoluta sono via via sempre più aumentati fino ad arrivare ai dati di cui sopra. Dati sicuramente impressionanti per un Paese, che – secondo una valenza economica – è nel novero di quelli fanno parte del “primo mondo”.

I soldi prendiamoli dai poveri, sono pochi...ma sono molti
Papa Francesco con i poveri

About Redazione QuattroNotizie

Redazione QuattroNotizie

Check Also

04 Area verde Pezzavilla

Taranto – Lettera aperta al Sindaco per non cementificare aree verdi

5 / 100 Powered by Rank Math SEO Le aree già predisposte a “verde attrezzato” …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *