Crisi post Covid-19: a Taranto usurai al lavoro!

18 / 100

Un aiuto ai sovraindebitati dall’Associazione “Securitas Mundi” con la Legge “salva suicidi”

Il presidente dell’associazione “Securitas Mundi”, il commercialista tarantino Alfredo Cerabino, è lapidario: «se già in un periodo “normale” per tanti è fin troppo facile finire nelle mani di usurai o di “finanziarie poco serie”, in questo periodo di crisi le probabilità sono ancora maggiori, e infatti sono aumentate vertiginosamente le richieste di aiuto che ci arrivano da persone che si sono indebitate».

Per mesi il periodo di lockdown, infatti, ha improvvisamente ridotto al minimo, se non proprio cancellato, il reddito di tanti artigiani e piccoli commercianti che, in molti casi, si erano già esposti per innovare le loro attività. E i tanto annunciati aiuti e sostegni vari tardano ancora ad arrivare o sono insufficienti.

«È una situazione drammatica – continua il Dottor Alfredo Cerabino – con tanti che non sanno ancora come far fronte al quotidiano, tanto da essere costretti a rivolgersi a chiunque, anche al di fuori della legalità, una situazione disperata che, nei casi più estremi, può spingere persino al suicidio».

Crisi post Covid-19: a Taranto usurai al lavoro!

Eppure esiste una via di uscita legale: la Legge 3/2012, la cosiddetta “Legge salva suicidi”, che prevede la possibilità di rivolgersi al Tribunale a seguito di una crisi da sovraindebitamento: in caso di situazione di effettiva difficoltà economica, accertata dal giudice e dall’esperto contabile, il debitore può proporre ai creditori – privati, banche o Equitalia – un “piano di rientro” con 60 rate mensili.

About Comunicato Stampa

Comunicato Stampa

Check Also

VERONELLI_2021_0633

La Guida Veronelli premia il diciotto Fanali Salento rosato 2017

52 / 100 Powered by Rank Math SEO Il riconoscimento attribuito nei giorni scorsi all’Accademia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *