Cozze contaminate dall’epatite A, allarme in Italia. Coinvolta anche l’Austria

8 / 100

Cozze vive (Mytilus galloprovincialis) contaminate dal virus dell’epatite A, e finite sui banchi italiani e austriaci.

A denunciarlo è la stessa Italia con la comunicazione 2020.3435 del 26 agosto alle autorità sanitarie dell’Unione europea, tramite il Rasff, il sistema di allerta rapido dell’Unione europea.

Non sono stati comunicati i lotti delle cozze vive contaminate prodotte in Italia e distribuite per la vendita anche in Austria, ma il ritiro riguarda non solo la Grande distribuzione ma pescherie e mercati. L’invito è quello di prestare la massima attenzione e a non consumare le cozze vive prive di etichettatura, anche se il ritiro dice “prodotto (presumibilmente) non più sul mercato”. Quel “presumibilmente” evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” spinge ad avere una certa precauzione.

About Comunicato Stampa

Comunicato Stampa

Check Also

virtus-taranto

Virtus Taranto, prosegue senza sosta la propria attività

62 / 100 Powered by Rank Math SEO Nel rispetto di tutte le norme, si …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *