Covid19 – Che il virus attacchi vecchi e patologici è quasi una fake news

17 / 100

Il semplicismo riduzionista considera la patologia connessa al coronavirus Sars Cov 2 limitato a una condizione anagrafica, “sono a rischio grave i vecchi” e i portatori di patologie già presenti, “era malato; cardiopatico, diabetico etc”. Una tesi infondata.

Il Sars Cov 2 colpisce non solo i polmoni, ma il fegato, i reni, gli occhi, l’intestino, il cervello. Uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Brain “The emerging spectrum of COVID-19 neurology: clinical, radiological and laboratory findings” espone disturbi neurologici e psichiatrici in soggetti che hanno vissuto la patologia denominata Covid 19. La ricerca ha interessato 24 uomini e 19 donne. Sono state rilevate encefalopatie, ictus in alcuni, una particolare sindrome di Guillain – Barrè dovuta a un malfunzionamento del sistema immunitario, che invece di proteggere il corpo, attacca i nervi, inducendo una paralisi progressiva.

Covid19 - Che il virus attacchi vecchi e patologici è quasi una fake news

Questa sindrome è stata messa in relazione all’influenza, alla polmonite e a varie altre malattie (Willinson “Guillain Barrè syndrome “The Lancet 2016). Sintomi insorti nell’intervallo da 1 a 21 giorni dall’insorgenza del covid 19. La ricerca mostra che sono numerose le complicazioni dovute a Covid-19 che interessano il sistema respiratorio, ma ci sono sempre più evidenze che è interessato alla malattia anche il sistema nervoso centrale e periferico. Oltre alla ricerca pubblicata su Brain, ce ne sono altre a conferma pubblicate su Jama Neurology su Lancet Psichiatry. Inoltre ricercatori italiani hanno condotto un’indagine riportata da European Journal of Neurology e attuata attraverso questionari inviati a medici che hanno curato pazienti affetti da covid 19. Il risultato è stato che sono stati riscontrati nei pazienti mal di testa, mialgia, perdita del gusto e dell’olfatto, casi di encefalopatia e disturbi cerebrovascolari acuti. Il dato comune delle ricerche pubblicate è che le manifestazioni neurologiche compaiono in persone affette da Covid-19 indipendentemente dall’età e sostanzialmente in maniera abbastanza indipendente dalla gravità respiratoria o polmonare dell’infezione Covid-19. Inoltre una parte di queste complicazioni neurologiche avviene nella fase acuta dell’infezione e una certa altra parte di queste nella fase tardiva a distanza dall’infezione Covid-19. In verità queste evidenze erano state riportate già da scienziati cinesi nella prima fase dell’epidemia.

Quantitativamente una percentuale variabile tra il 10 e il 15% dei pazienti affetti dal coronavirus ha complicazioni neurologiche. Un dato assume particolare valore: quattro casi su cinque sono pazienti non ospedalizzati, che non hanno avuto sintomi così rilevanti da richiedere l’ospedalizzazione e solo uno su 5 sono pazienti ospedalizzati con forme gravi di covid 19.

About Erasmo Venosi

Erasmo Venosi
Erasmo Venosi già professore associato università La Sapienza, è stato componente Commissione Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del ministero ambiente per concessione autorizzazione integrata Ambientale grandi impianti industriali Italiani

Check Also

anna mariggiò

Manduria /Taranto – Avv. Anna Mariggiò è commissaria dei Verdi

68 / 100 Powered by Rank Math SEO Riceviamo e pubblichiamo il comunicato dei Verdi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *