Project cargo al porto di Taranto con il gruppo Yilport

9 / 100

Continuano le attività portuali che vedono in primo piano il Molo Polisettoriale di Taranto.

Un ritorno graduale ma continuo di varie attività in quella che è tra le più importanti infrastrutture portuali del Mediterraneo. Il Molo Polisettoriale di cui è concessionario la San Cataldo Container Terminal Spa del gruppo Yilport ha ospitato nei giorni scorsi importanti operazioni di “project cargo” e cioè in questo caso il trasporto marittimo di carichi non standard è “fuori sagoma” come le due piattaforme in foto di un importante cliente internazionale. 

SCCT ha gestito la movimentazione delle piattaforme dallo yard alla banchina e il carico a bordo nave con le operazioni di stivaggio e rizzaggio della merce. Operazioni complesse e particolarmente delicate sia per il peso delle piattaforme che per lo stesso valore industriale e tecnologico delle stesse.

Da rilevare che queste attività sono state svolte da SCCT in collaborazione con le aziende del territorio leader nella movimentazione di carichi eccezionali. In dettaglio la movimentazione di 2 piattaforme (lungh 30 mt larg 25 mt h 6,60 per 440 ton – lung 30mt largh 25 mt h 10,90 mt per 630 ton) è stata eseguita con l’ausilio di mezzi terrestri all’avanguardia. 

Inoltre SCCT ha curato l’approdo della Happy Sky dell’azienda BigLift Shipping una delle principali compagnie di navigazione per carichi pesanti al mondo, specializzata nel trasporto marittimo mondiale di ro-ro, carichi pesanti e carichi di progetto, con una storia che risale al 1973.

Coinvolte tante unità lavorative con elevati know-how appartenenti alle varie aziende interessate dimostrando che anche in questo campo potrebbero essere oltremodo interessanti le prospettive future per il cluster ionico; inoltre sul territorio sono presenti importanti realtà industriali che potrebbero essere interessate al project cargo marittimo in ambito energia, impianti/macchinari, aerospazio, veicoli speciali, difesa e cantieristica.

About comunicato

comunicato

Check Also

biodiversità

WWF: biodiversità in Italia, un puzzle smontato e sotto assedio

13 / 100 Powered by Rank Math SEO Oltre la metà delle specie e l’89% …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *