Paschal Donohoe è il nuovo presidente dell’Eurogruppo

56 / 100 SEO Score

Il ministro delle finanze irlandese Paschal Donohoe, batte a sopresa la superfavorita ministra spagnola Nadia Calvino e diventa presidente dell’Eurogruppo al posto del socialista portoghese Mario Centeno.

L’elezione dell’irlandese è un colpo di scena inaspettato rispetto alle attese della vigilia. Calvino infatti aveva il consenso dei quattro principali paesi della zona euro, Germania, Francia, Italia e Spagna, che rappresentano circa l’80% del Pil dell’area euro. Ma il sostegno del fronte dei Grandi non è stato sufficiente a farle ottenere la vittoria. 

Donohoe aveva l’appoggio esplicito solo dell’Austria, ma anche quello politico del Ppe, il che fa pensare che i governi di centrodestra (escluso la Grecia che avrebbe invece dirottato il suo voto sulla spagnola) abbiano votato per lui. Il voto è segreto e non c’è nessuna conferma ufficiale, ma la vittoria dell’irlandese significa che Donohoe ha raggiunto i dieci voti necessari per vincere con il sostegno dei governi a guida Popolare (Slovacchia, Slovenia, Lettonia o Cipro) oltre che dell’Olanda, che già aveva fatto filtrare la sua preferenza.

Probabile che anche Belgio e Lussemburgo abbiano alla fine dirottato su di lui le loro preferenze. In ogni caso, e’ evidente che sul piano politico l’elezione dell’irlandese favorisce i paesi del Nord nella partita sul Recovery Fund rispetto a una presidenza a guida spagnola.

Una partita che a dispetto dell’offensiva diplomatica dei leader europei sul primo ministro olandese Mark Rutte (oggi Rutte ha incontrato Angela Merkel, domani vedrà Giuseppe Conte) continua a essere complicata, tanto da far pensare che il vertice del 17 e 18 luglio potrebbe non essere decisivo per arrivare a un’intesa.

Donohoe, strenuo sostenitore della tassazione agevolata alle imprese in vigore in Irlanda che ha sollevato non poche polemiche all’interno dell’Unione, è anche contrario all’introduzione di una web tax sui colossi del digitale. “Sono profondamente onorato, non vedo l’ora di lavorare con tutti i miei colleghi per garantire una ripresa equa e inclusiva per tutti mentre affrontiamo le sfide future con determinazione”, ha scritto l’irlandese che guiderà l’Eurogruppo per i prossimi due anni e mezzo, in un momento cruciale per la storia della zona euro.  Donohoe dovrà gestire infatti la più profonda recessione della storia europea e, quando la crisi si sarà attenuata, favorire il ritorno alle regole del Patto di Stabilità e crescita sospese a causa della pandemia. (agi)

About comunicato

comunicato

Check Also

118 volontari

Riconoscere il ruolo dei volontari nel Set 118

54 / 100 Powered by Rank Math SEO SEO Score Il mancato riconoscimento di tutte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *