Lettera aperta ai candidati Presidenti per l’aeroporto di Grottaglie

54 / 100 SEO Score

Ancora una volta, per la nota   questione   della   riapertura   ai   voli   di   linea   passeggeri   nello   scalo grottagliese.


L’aeroporto di Grottaglie, per sostenere lo sviluppo dello scalo aeroportuale anche per il traffico passeggeri (linea e charter) e merci, così sfruttando al meglio le potenzialità della piattaforma logistica aeroportuale di Grottaglie,
scalo con la pista più lunga del sud Europa, che già, con rilevanti cadute occupazionali di qualità, trova importante operatività con l’insediamento dello stabilimento  LEONARDO, ex ALENIA,   per   la   realizzazione   delle   fusoliere   del   boeing   787 dreamliner ed è oggi riconosciuta, con formale provvedimento dell’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile), quale infrastruttura dedicata, anche per i test range dei droni civili; del porto di Taranto per creare una forte sinergia tra l’aeroporto di Grottaglie ed il porto di Taranto, con la richiesta al Governo di provvedere all’estensione normativa allo scalo jonico delle esenzioni doganali riconosciute al porto e di finanziamento di un collegamento diretto ferroviario, così   da   poter   costituire   un   polo   logistico   integrato,   unico   al   centro   del Mediterraneo,   per   sviluppare   ed   attrarre   traffici   merci,   intercettando positivamente, i flussi delle nuove rotte mercantili euroasiatiche.
La relazione tra le due importanti infrastrutture mira alla creazione, a livello normativo, in caso di avvio, da parte della Regione Puglia, della privatizzazione del sistema aeroportuale pugliese, la costituzione della prima Port Authority del nostro paese tra il porto di Taranto e lo scalo aeroportuale di Grottaglie, così facilitando una politica di sviluppo economico-sociale che integri le potenzialità del porto a quelle dell’aeroporto per un polo logistico integrato.
Candidati Presidenti, i miei gruppi (movimento TARANTO, DIRITTO DI VOLARE e  VOGLIAMO RYANAIR A TARANTO – GROTTAGLIE) ritengono portare a termine queste richieste, sulla stessa infrastruttura, per indicarle una nuova attività senza precedenti per la regione Puglia, che consiste nel progetto dei voli intercontinentali sia nella regola tradizionale delle note compagnie di bandiera, con aerei che hanno una capacità anche superiore ai quattrocento posti, sia nella modalità low cost e sia nella modalità cargo, con la tipologia COMBI di alcuni soggetti internazionali.
In particolare questi ultimi, permetterebbero di esportare in altre zone del mondo, i nostri prodotti agricoli o di altra natura (ceramiche di Grottaglie) etc. etc.. Richieste già avvenute. Questa, sarebbero un’evoluzione della scelta cargo.
Il mercato degli intercontinentali lowcost è esploso nel nord dell’Europa in questi ultimi anni.
Vi  ricordiamo  che  nella  classificazione  degli  scali,  esistono  solo  tre  scali definiti   intercontinentali   in   Italia,   Roma,   Milano   e  Venezia   mentre   non   è
definito alcuno per il sud.

About comunicato

comunicato

Check Also

Suor Myriam, in studio Rai con alcuni ospiti

A Montesilvano la targa universum donna a suor Myriam Castelli

13 / 100 Powered by Rank Math SEO SEO Score La consegna del riconoscimento nell’ambito …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *