Il Polo di Grottaglie la Zes il resoconto dopo la visita del Ministro per il Sud

15 / 100 SEO Score

Intervento Anna Rita Palmisani Candidata Pd consiglio regionale Puglia 2020 in occasione della visita del ministro per il Sud e per la Coesione Giuseppe Provenzano a Grottaglie (TA) il 1° settembre 2020 c/o azienda Puglia Inox – zona industriale Grottaglie

Il polo di Grottaglie è il secondo polo della Zes (zona economica speciale) interregionale ionica Taranto – Basilicata, dopo il polo di Taranto.

Il polo di Grottaglie comprende:

l’aeroporto di Grottaglie

il centro intermodale di Francavilla Fontana

l’area di sviluppo aeroportuale e l’area Pip di Grottaglie

le aree industriali di Faggiano, San Giorgio, Monteiasi, Manduria, Carosino e Francavilla Fontana.

Un’area che si sviluppa su circa 670 ettari, rispetto ai 1500 della parte pugliese ionica del polo di Taranto.

Ad essi si sommano i poli lucani di Melfi con i lor circa 200 ettari e quello di Ferrandina circa 200, quello di Galdo di Lauria circa 120 ettari, l’area industriale del Val Basento, La Martella, ecc…per circa altri 500 ettari.

Il polo di Grottaglie è il supporto più importante per la Zes interregionale ionica, grazie alla sua esistente infrastrutturazione e logistica riguardante l’aeroportualità, la retroportualità, la mobilità ferroviaria e stradale in grado – portate ad efficienza totale – di movimentare le merci e le produzioni esistenti, da Francavilla Fontana fino a Melfi. Di conseguenza offrire agli investitori e ai grandi player internazionali, uno dei più importanti punti di approdo per l’economia meridionale e nazionale e per l’intera Europa. Già oggi il polo di Grottaglie è fornitore e movimentatore di produzioni industriali che sono aeronautiche, agroalimentari, della logistica e dell’ICT (tecnologia dell’informazione e della comunicazione).

Il sedime del polo aeroportuale di Grottaglie ha una destinazione – prevista da almeno 15 anni dal piano regionale dei trasporti – di aeroporto cargo, a cui successivamente si è aggiunto nell’ambito della negoziazione politica territoriale, la riattivazione dell’aeroporto civile. Opzione e vocazione che non può essere sottovalutata alla luce dei nuovi programmi per quest’area. Non dimenticando che le decisioni sono in capo ad “Aeroporti di Puglia” (AdP) SpA, che gestisce gli aeroporti di Bari, Brindisi/Lecce, Foggia e Grottaglie.

Perché oggi la Zes diventa più importante, più centrale e più urgente? Troppi ritardi ed omissioni si sono registrati fra tra la fine del 2017 e soprattutto nel 2018 con lo sforamento fino agli inizi del 2019, che non hanno agevolato e non agevolano la Zes come leva importante per il Piano per il Sud 2030 che il ministro Provenzano popone. Ora, è necessario riacquistare centralità perché siamo alla vigilia del negoziato con l’Europa, attraverso il Recovery fund, perché sarà primario ciò che il ministro Provenzano intenderà proporre nei primi titoli dell’ agenda.

About comunicato

comunicato

Check Also

Pontile-Rota-e-in-basso-a-destra-area-x-attivita-accoglienza-1

Taranto, lobby, idrogeno e acciaio

62 / 100 Powered by Rank Math SEO SEO Score Continua l’azione delle lobby, in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *