Il Mes senza condizionalità? È in mala fede chi lo propone

55 / 100

Il quadro di emergenza economica entro cui collocare Mes, Recovery Fund e vincoli comunitari è caratterizzato dai seguenti dati:il fabbisogno dello Stato nei primi sei mesi del 2020 è stato di 94,7 miliardi di euro cioè 61,6 miliardi, in più dei primi sei mesi dello scorso anno segnando un aumento percentuale del 186%!

Secondo le stime FMI la perdita di PIL sarà del 12,8 %, ma ottimisticamente facciamo riferimento alle stime di Banca Italia, che vede una diminuzione di PIL del 9,2% quindi cioè 165 miliardi. Un PIL che ottimisticamente è pari a quello del 2003 cioè del 13% inferiore al massimo storico del PIL del 2007.

 Connessi, a tale caduta di PIL, i consumi e gli investimenti. In tale contesto l’esigenza di interventi straordinari e non convenzionali diventa vitale. L’Unione Europea tra bilancio UE, quantitative Easing BCE, Bei, Mes e Recovery Fund ha messo in campo risorse, per 3700 mld di euro. Cifre rilevanti, ma con il grande limite che alcuni strumenti hanno tempi di azione, dalla metà del prossimo anno a meno che non si agisca con provvedimenti ponte, per contestualizzare gli strumenti con le esigenze poste dalla gravità della crisi. Tempi di azione e condizionalità hanno scatenato un dibattito sia rispetto al Recovery Fund, che al Mes…

Il Mes senza condizionalità? È in mala fede chi lo propone

Problema Mes attiva una speciale linea di credito denominata Pandemic Crisis Support. Solo leggendo l’accordo riportato nel Report del 9 aprile da parte dell’Eurogruppo dal titolo, “Report on the comprehensive economic policy response to the COVID -19 pandemic” saranno comunque rispettate le disposizioni del Trattato istitutivo del MES”. IL MES ha la sua base giuridica nel modificato art. 136, par. 3, TFUE, che fa riferimento al principio della stabilità finanziaria e alla conseguente salvaguardia della zona euro nel suo insieme.

About Erasmo Venosi

Erasmo Venosi
Erasmo Venosi già professore associato università La Sapienza, è stato componente Commissione Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del ministero ambiente per concessione autorizzazione integrata Ambientale grandi impianti industriali Italiani

Check Also

Taranto città estesa

Legambiente Taranto apprezza il PUG per Cimino, ribadendo il no all’espansione urbana

9 / 100 Powered by Rank Math SEO Cimino- Auchan, bene il rinvio al PUG. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *