Eugenia Serafini espone a Roma nelle sale del Circolo degli Esteri

18 / 100

di Silvana Lazzarino

ROMA – La mostra personale “Sguardo a Oriente” di Eugenia Serafini, a cura del prof. Carlo Franza, sarà inaugurata venerdì 16 ottobre 2020, alle ore 18, a Roma presso il Circolo degli Esteri (Via dell’Acqua Acetosa 42), fondato nel 1936 con finalità di rappresentanza del Ministero degli Affari Esteri. All’inaugurazione insieme all’artista, saranno presenti Luigi Maria Vignali, Presidente del Circolo degli Esteri-Roma che introdurrà l’evento, Carlo Franza, storico dell’Arte Moderna e Contemporanea, giornalista e critico de “Il Giornale”, l’Ambasciatore Umberto Vattani Presidente della “Venice International University” e l’Ambasciatore Gaetano Cortese.

Entro un contesto immaginale dove le rappresentazioni di aspetti legati alla realtà acquistano nuovo spessore nella loro ridefinizione atta a restituire un rinnovato ascolto di sé e di quanto intorno a partire dal recupero di quell’originario legame tra l’uomo e la natura, conduce l’arte di Eugenia Serafini, artista di fama internazionale e poetessa di successo, con numerose mostre in Italia e all’estero e prestigiosi  riconoscimenti e premi ricevuti durante la sua luminosa e prestigiosa carriera.  Oltre ad essere una pittrice di grande spessore comunicativo, è installazionista, performer, giornalista, nonché direttore responsabile della rivista semestrale dell’ArteCom-Onlus (Accademia in Europa per gli Studi Superiori) “FOLIVM”, miscellanea di scienze umane, dedicata alternativamente alle Antiquitates (dalle origini al 1492) ed ai Periodi moderno e contemporaneo (dal 1493 ad oggi).

Partendo dalla natura e dai suoi diversi scenari, ma anche dal contesto umano e sociale, Eugenia Serafini con grande sensibilità poetica e creatività racconta dell’uomo e del suo esistere tra passato e presente, dove si rincorrono desideri e speranze, malinconie e attese guardando ad un futuro in cui recuperare quell’armonia tra finito e infinito da sempre appartenente all’universo. L’arte di Eugenia Serafini ha dato libera voce a quel codice invisibile legato alle emozioni, ma presente nei luoghi più vicini e distanti della realtà naturale dalla terra al cielo tra spazi verdi e alberi, unitamente al cosmo, con riferimento all’uomo destinato probabilmente a ritrovare quel rapporto originario e autentico con la natura.

About comunicato

comunicato

Check Also

fiom

PRC: Arcelor Mittal sospende delegato Fiom, inaccettabile rappresaglia

4 / 100 Powered by Rank Math SEO Arcelor Mittal invece di impegnarsi davvero a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *