Da oggi online one planet school

17 / 100

La nuova piattaforma di e-learning wwf per comprendere La complessità del presente e affrontare le sfide del futuro

Oggi due presentazioni su ZOOM, una per i docenti alle 16.30 e una aperta a tutti alle 18.00

Conoscere significa riuscire a leggere nelle righe della complessità che governa il nostro tempo, comprendere i meccanismi che ne sono alla base per riconoscere ed affrontare le grandi emergenze del nostro tempo. Proprio per riuscire a orientarsi in questa complessità il WWF Italia ha progettato e realizzato One Planet School, una piattaforma di apprendimento e conoscenza permanente, innovativa e gratuita rivolta a tutti e non solo a studenti, docenti, ma anche a operatori dell’informazione e a chiunque voglia approfondire i meccanismi che regolano il Pianeta che ci ospita e sostiene, ma anche i nostri comportamenti che lo stanno mettendo in crisi. One Planet School rappresenta un “viaggio” nella migliore conoscenza scientifica disponibile, che attraverso le lezioni di grandi esperti e approfondimenti di qualità vuole mettere le basi di una nuova consapevolezza, con solide radici piantate nelle conoscenze scientifiche più avanzate , che vada oltre semplificazioni e fake news: un percorso per capire il presente e costruire un futuro di benessere e sostenibilità. Il viaggio di One Planet School comincia con il benvenuto di due volti noti, Donatella Bianchi, presidente del WWF Italia, e Piero Angela, il padre della divulgazione scientifica italiana, che fanno da “Cicerone” a questa nuova iniziativa spiegandone il senso e le finalità.

«Conoscere per capire. Capire per cominciare a cambiare tutto quello che non funziona nel nostro modello di vita e che, nel giro di meno di mezzo secolo, ha provocato una caduta verticale della Natura sul Pianeta. I dati dell’ultimo Living Planet Report del WWF sono l’istantanea del disastro cui stiamo andando incontro: dal 1970 le popolazioni globali di animali hanno subito un declino di due terzi; in meno di cinquant’anni le popolazioni di animali selvatici degli habitat di acqua dolce si sono ridotte dell’84%, il calo medio più drastico di qualsiasi altro bioma. Mai come in questo momento storico la connessione tra sviluppo, benessere e sostenibilità è stata così netta ed evidente», dice la presidente del WWF Italia Donatella Bianchi che aggiunge: «La conoscenza scientifica non solo ci ha aiutato a comprendere, di più e meglio, i problemi che dobbiamo affrontare ma ci indica anche la strada per individuare le soluzioni per affrontare i problemi provocati da questo deficit naturale. Per il WWF One Planet School è l’oasi della conoscenza accessibile a tutti, un enzima per la riflessione, uno strumento democratico e semplice per fare in modo che la sostenibilità sia patrimonio di tutti e non di pochi».

About comunicato

comunicato

Check Also

zoo

Cina – Orsi bruni allo zoo sbranano guardiano

13 / 100 Powered by Rank Math SEO Orrore allo zoo di Shanghai in Cina, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *