“A Bruxelles il vento è cambiato”. L’assalto finale di Conte al fortino dei Frugali

62 / 100

Un dibattito duro, un confronto serrato; parole come ‘dignità’ e ‘stato di diritto’. Più che un negoziato, al vertice Ue è andato finora in scena una battaglia di principio che ha visto da una parte il fronte Mediterraneo guidato dall’Italia – e da un Giuseppe Conte particolarmente determinato – e dall’altra i ‘Frugali’ con un frontman come il premier olandese Rutte a recitare la parte del cattivo e un manovratore astuto come l’austriaco Kurz.

“Per l’ennesima volta c’è stato un duro confronto” ha detto il presidente del Consiglio a proposito della lunghissima giornata di domenica, “ho spiegato che dobbiamo avere un limite. C’è un limite e non deve essere superato per la dignità dell’Italia e degli altri Paesi che in questo momento stanno attraversando la fase più acuta della crisi. Ieri c’è stato un duro confronto e ho spiegato che dobbiamo avere un limite per la dignità dell’Italia e degli altri Paesi. Se il piano viene riempito di ostacoli che ne compromettono l’efficacia non serve a nulla.  Sullo Stato di diritto ci sono alcune clausole e le stiamo rivedendo dal punto di vista legale, ma sul principio dello Stato di diritto mi pare che non ci sia da discutere. Non possiamo più tergiversare dobbiamo finalizzare il tutto”.

"A Bruxelles il vento è cambiato". L'assalto finale di Conte al fortino dei Frugali

Cosa è cambiato a Bruxelles

Una lunga giornata che ha lasciato il segno, anche sul negoziato: “Mi sembra che il clima sia cambiato. Ieri sera dopo posizione più dura di Italia, Spagna e Portogallo” spalleggiate da Francia e Germania “c’è stata una svolta” ha detto Conte a proposito della trattativa per il Recovery Fund. “Abbiamo fatto comprendere chiaramente che non si può portare avanti un negoziato che porti tutto al ribasso. Ho richiamato tutti a un’assunzione di responsabilità. Stiamo offrendo una risposta europea, non possiamo guardare il nostro ombelico nazionale”.

About redazione

redazione

Check Also

lecce

Lecce – A zig zag sulla statale semina panico

63 / 100 Powered by Rank Math SEO Follia sulla strada statale 16 Adriatica Maglie-Lecce: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *