Allerte alimentari, attenzione gamberetti, tarallini, fontina, semi di sesamo

18 / 100

Un pastone di comunicati stampa dei consumatori per allerte alimentari che racchiudiamo in un articolo

Solfiti oltre i limiti nei gamberetti surgelati Medipesca. Coinvolta la catena della distribuzione METRO. Richiamo per rischio allergeni

I richiami alimentari continuano e dall’inizio del 2020 sono davvero tanti: un altro allarme per un prodotto a causa di probabile presenza di allergeni. In questo caso l’azienda della grande distribuzione tedesca Metro ha pubblicato sul suo sito internet l’avviso di richiamo di un lotto di gamberetti rosa surgelati a marchio Medipesca per la presenza di solfiti oltre i limiti di legge.

Allerte alimentari, attenzione gamberetti, tarallini, fontina, semi di sesamo

Il prodotto coinvolto è stato distribuito in buste trasparenti da 500 grammi con il numero di lotto 9014280820 e la scadenza 28/02/2022. I gamberetti richiamati sono stati prodotti da Medipesca Srl (marchio di identificazione: IT2068CE) nello stabilimento di via D. Modugno 4 a Mazara del Vallo in provincia di Trapani. Per precauzione, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” raccomanda, in particolare alle persone allergiche ai solfiti, di non consumare i gamberetti con il numero di lotto segnalato e restituirli al punto vendita d’acquisto.

Ocratossina A oltre i limiti, ministero della Salute richiama Tarallini alla Pizza a marchio Puglialimentari

Il ministero della Salute ha comunicato solo oggi il richiamo dal mercato datato 2 novembre di più lotti di Tarallini alla Pizza a marchio Puglialimentari. Il rischio segnalato è la presenza di ocratossina A superiore al limite previsto dal Reg. 1881/2006 e s.m.i.

Allerte alimentari, attenzione gamberetti, tarallini, fontina, semi di sesamo

Il numero di lotti coinvolti hanno la scadenza dal 06.09.19 al 12.02.2020 prodotti nello stabilimento di Polignano A Mare ma commericlizzati da CMD FOOD srl . L’ocratossina A è una micotossina prodotta da numerose specie fungine appartenenti ai generi Penicillinum e Aspergillus, molto diffusi in natura. Le micotossine come l’OTA, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” si formano durante la crescita delle colture e di solito si sviluppano in seguito durante il deposito.

Escherichia coli STEC nella fontina Dop Etichetta Rossa, Iper e Italiamo venduto da Lidl. Il ministero della Salute “Non mangiatela”

Il ministero della Salute ha diffuso tre avvisi di richiamo della fontina Dop Etichetta Rossa della Cooperativa produttori latte e fontina, Iper e Italiamo venduto da Lidl per la presenza di Escherichia coli STEC (produttore di tossina Shiga). Il formaggio interessato è venduto in buste preconfezionate (Atp)  da 250 grammi tutti con il numero di lotto C280 e la data di scadenza 08/12/2020. La fontina richiamata è stata prodotta dalla Cooperativa Produttori Latte e Fontina Soc. Coop. a r.l. (marchio di identificazione IT 02 2 CE) nello stabilimento di rue Croix-Noire 19, località La Croix-Noire a Saint-Christophe, in Valle d’Aosta. Per precauzione, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda di non consumare la fontina Dop con il numero di lotto segnalato e restituirla al punto vendita d’acquisto.

Allerte alimentari, attenzione gamberetti, tarallini, fontina, semi di sesamo

Si ricorda che l’Escherichia Coli è un batterio che si trova frequentemente nell’intestino sia degli uomini che degli animali, costituendone parte integrante della normale flora intestinale. Nella maggior parte dei casi sono innocui, ma ne esistono di alcuni tipo che possono mettere a rischio la salute provocando nei casi più lievi crampi addominale, vomito e diarrea, fino a quelli più gravi che possono portare a serie infezioni, causate da acqua o cibo contaminati, soprattutto da alimenti come frutta e verdura, che vengono spesso consumati crudi, ma anche da latte non pastorizzato e carne non cotta, risultando pericoloso soprattutto per i bambini piccoli e gli anziani. L’E.coli è sensibile al calore, per cui generalmente cottura dei cibi permette di neutralizzarlo. Tuttavia l’autorità, in questo caso il Ministero della Salute, può anche stabilire la revoca del ritiro e del richiamo dei prodotti.


Richiamati semi di sesamo e mix biologici Cerreto per ossido di etilene oltre i limiti

Esselunga e Gros Cidac hanno diffuso il richiamo di numerosi lotti di semi di sesamo, mix di semi e mix girasole, sesamo e zucca bio a marchio Cerreto – Amanti del Biologico, ancora una volta per la presenza di ossido di etilene oltre i limiti di legge nel sesamo proveniente dall’India.I prodotti interessati sono:

Mix di semi bio in confezione da 250 grammi con i numeri di lotto 20B1168, 20B1259, 20B1624, 20B1744, 20B1934 e 20B2008.

Allerte alimentari, attenzione gamberetti, tarallini, fontina, semi di sesamo

Mix girasole, sesamo e zucca bio Le Fantasiose in confezione da 35 grammi con il numero di lotto 20B2017.

Semi di sesamo bio in confezione da 250 grammi con i numeri di lotto 20B1106, 20B1110, 20B1131, 20B1620, 20B1714 e 20B1933.

I semi di sesamo e i mix richiamati sono stati prodotti da Cerreto srl in provincia di Reggio Emilia nello stabilimento di via G. Verdi 15, a Gattatico. Per precauzione, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” raccomanda di non consumare i prodotti con i numeri di lotto segnalati e restituirli al punto vendita d’acquisto. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’azienda all’indirizzo email [email protected] oppure al numero 0522 475811.

About Comunicato Stampa

Comunicato Stampa

Check Also

musica libertà

È “Il nostro mondo”, il nuovo singolo e video di H.E.R

16 / 100 Powered by Rank Math SEO IL NOSTRO MONDO” DI H.E.R. ANTICIPA LA …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *