A Grottaglie il Seminario “Il ruolo degli invalidi del lavoro dell’Anmil nella prevenzione degli infortuni”

66 / 100

Un’ iniziativa innovativa a livello nazionale di Anmil Taranto e Formedil Cpt Taranto Presente il Presidente nazionale Inail Franco Bettoni

Gli invalidi del lavoro dell’Anmil, quali diretti testimoni di eventi negativi vissuti in prima persona, possono svolgere un importante ruolo a favore della prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro, in particolare coinvolgendo i frequentatori dei corsi sul piano emotivo.

Non solo: se opportunamente formati, infatti, possono diventare loro stessi testimonial e formatori “a tutto tondo” nell’ambito dei percorsi formativi in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

A Grottaglie il Seminario “Il ruolo degli invalidi del lavoro dell’Anmil nella prevenzione degli infortuni”

Raccontando la propria esperienza ai frequentatori dei corsi, oltre a riviverla dal punto di vista emotivo, oggi potranno evidenziare loro l’importanza delle misure di prevenzione e protezione dai rischi professionali.

Potranno far comprendere, inoltre, come la prevenzione sia il momento che salda la buona valutazione dei rischi, l’adozione delle idonee misure tecniche ed organizzative, oltre alla formazione, leva fondamentale nella gestione dei rischi.

Questo tema sarà approfondito nel Seminario “Il ruolo degli invalidi del lavoro dell’Anmil nella prevenzione degli infortuni” che, promosso dalla sede territoriale Anmil di Taranto e da Formedil Cpt Taranto, si terrà, alle ore 18.30 di mercoledì 22 luglio, presso la Masseria Rosario di Grottaglie.

A Grottaglie il Seminario “Il ruolo degli invalidi del lavoro dell’Anmil nella prevenzione degli infortuni”

Il Seminario rappresenta un’iniziativa di diffusione e informazione del Progetto “Informazione Integrata a lavoro di rete per la Prevenzione in edilizia a Taranto” promosso da INAIL Puglia e dal Formedil Cpt Taranto.

Oltre ad analizzare la possibilità di utilizzare come formatori gli invalidi del lavoro dell’Anmil, grazie a un parterre di importanti relatori, il seminario rappresenterà anche l’occasione per un focus sulla formazione, sulla sua modalità, sulla sua funzione e sul suo essere uno strumento di gestione nell’organizzazione del sistema di sicurezza nei luoghi di lavoro.

L’iniziativa va inquadrata nelle attività del tavolo tecnico allestito dalla Scuola Edile di Taranto, oggi Formedil Cpt Taranto, cui partecipano parti sociali, organi di vigilanza ed ordini professionali, una best practice a livello nazionale.

I lavori, introdotti e coordinati dall’avv. Nunzio Leone, saranno aperti dai saluti istituzionali di: avv. Ciro D’Alò, Sindaco di Grottaglie, sig. Franco Bettoni, Presidente nazionale INAIL, e sig. Emidio Deandri, Presidente Anmil Taranto.

A seguire interverranno geom. Pierpaolo Argento, Formedil Cpt Taranto su “Il Rapporto Prevenzione Taranto 2019”, ing. Francesco Mingolla su “La leadership nella Safety”, ing. Giovanni D’Ambrosio su “I rischi professionali e le misure di prevenzione” e dr.ssa Arianna Deandri su “La sorveglianza sanitaria nei nuovi rischi”.

In seguito sono previsti gli interventi dell’ing. Agostino Capogrosso su “Il modello di organizzazione e di gestione”, dell’avv. Maria Luigia Tritto su “La tutela legale del lavoratore infortunato”, del sig. David Magini su “L’Anmil e la tutela delle grandi invalidità” e, infine, del dr. Giuseppe Gigante, direttore regionale Inail Puglia, su “La rete per affrontare l’emergenza. L’Inail e il Covid 19”

Le conclusioni saranno affidate al dott. Sandro Giovannelli, Direttore generale Anmil, che nell’occasione presenterà il format del corso per formatore dell’Anmil a favore degli invalidi del lavoro per farli diventare testimonial e formatori della prevenzione degli infortuni sul lavoro.

Concluderà la serata un brindisi con i vini della Masseria Tenute Motoles

About Comunicato Stampa

Comunicato Stampa

Check Also

bimbo anticorpi

Coronavirus: un bambino nasce con anticorpi contro Covid

5 / 100 Powered by Rank Math SEO Diventa un caso da manuale. Nato il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *